DIARIO DI BORDO bicchieri-vino

Quali bicchieri per il vino passito?

Uva appassita sulla pianta

I bicchieri per il vino passito sono specifici calici da vino convenzionalmente utilizzati per la degustazione di vini dolci. Questi vini sono dolci poiché le uve da cui provengono sono state oggetto di un processo di disidratazione tramite appassimento.


Nella scelta di un buon vino da degustare spesso ci si sarà imbattuti tra un ottimo vino rosso, un vino bianco oppure un vino passito.

 

Ma perché un vino si dice passito? Un vino si chiama così quando è ottenuto da uva sottoposta ad un processo di disidratazione.

  • secondo natura, con i grappoli lasciati ad appassire sulla pianta o all’esterno, nelle località soggette a un clima più caldo e asciutto;
  • oppure maggiormente manipolato dall’uomo, con appassimento delle uve in appositi locali, sui graticci o, come vengono chiamati in Valpolicella, sulle “arele” (termine dialettale con cui si indicano i graticci destinati all’appassimento delle uve da cui si ricaverà il celebre Amarone).

E quindi, poiché di differenza tra un vino rosso, uno bianco e uno passito ce ne è a dismisura, anche il bicchiere per il vino passito sarà differente da un comune calice utilizzato per altre tipologie di vino. Vediamo assieme quale bicchiere si utilizza per degustare un vino passito.

 

Quali bicchieri sono utilizzati per il vino passito?

Facciamo una doverosa premessa: i bicchieri utilizzati per degustare qualsiasi vino passito sono solitamente più piccoli di quelli utilizzati per bere un vino “comune”. La ragione di ciò risiede nel fatto che il vino passito, a causa del suo contenuto molto dolce e della presenza quindi di una notevole quantità di zucchero, viene solitamente versato in minor quantità.

 

Non è possibile assaporare perfettamente un buon vino passito in un calice da vino rosso, di quelli con la pancia larga, poiché al momento della degustazione la quantità di vino che deve finire sulle papille gustative deve essere minima per non risultare stucchevole. Questi vini di norma hanno anche un corredo aromatico imponente, proprio a causa del processo di appassimento delle uve, perciò è sufficiente una ridotta quantità di vino per apprezzarne le sfumature.

un bicchiere da vino passito

Un bicchiere adatto alla degustazione dei vini passiti

Ricapitolando: per degustare ottimamente un vino passito è necessario utilizzare un bicchiere più piccolo di quello utilizzato per un vino rosso corposo; in più, lo stelo (ovvero quella parte del bicchiere che viene afferrata quando si beve) dovrebbe essere allungato, in modo tale da garantire una perfetta roteazione dello stesso calice ed anche perché, in fondo, anche l’occhio vuole la sua parte.

 

 

Nomi: come si chiamano i bicchieri da vino per il passito?

In sostanza, i bicchieri da vino per i passiti non hanno un vero e proprio nome, poiché solitamente ricalcano le forme delle altre tipologie di bicchieri, sebbene in proporzione alle loro ridotte dimensioni. Qualunque nome si dia al bicchiere da vino passito è bene ricordare che il calice da vino passito ha solitamente queste caratteristiche:

  • dimensioni inferiori rispetto ai classici bicchieri da vino;
  • stelo più lungo dei normali bicchieri.

Questo per lo stesso motivo che si è detto in precedenza. Se si volesse dare un nome più appropriato al bicchiere da vino passito, potremmo chiamarlo tulipano piccolo. Se sei comunque in dubbio su quali bicchieri da vino passito acquistare, questi sono sicuramente un buon compromesso per funzionalità, qualità e prezzo:

 

Forme: come variano in funzione delle caratteristiche del vino passito?

Giunti a questo punto della discussione sui calici utilizzati per il vino passito si potrà enunciare una regola che varrà poi come fondamento per abbinare il giusto bicchiere al passito appropriato. E si può dir di più: la regola che seguirà potrà essere applicata a tutte le tipologie di vino.

 

Tanto più un vino passito sarà dolce, tanto più la pancia del calice dove si andrà a degustarlo dovrà essere stretta: non certo come un calice tulipano , piuttosto in un bicchiere più simile nelle forme e nelle dimensioni a un tulipano piccolo. Inoltre, più il vino passito è dolce più il calice dovrà rivolgersi verso l’esterno nella sua estremità terminale.

 

 
 

 

Se hai trovato utile questo articolo, aiutaci a scriverne altri lasciando un like sulla pagina Facebook di Vinifero!
 

 


Torna alla categoria:


Bicchieri da vino

Condividi su