PILLOLE Approfondimenti e Aneddoti

Qual è il vero nome dell’Omino Michelin e cosa c’entra col vino?

omino-michelin-manifesto-originale

Dal “nunc est bibendum” di Orazio al vero nome della celebre mascotte nota come “Omino Michelin”

 

L’omino Michelin, che ha un nome, è una celebre mascotte dell’omonima azienda e “Nunc est bibendum” è una famosa locuzione latina del poeta Orazio. Ma cosa hanno a che fare l’una con l’altra?

 

 

La frase latina significa letteralmente “ora bisogna bere”. Il poeta Orazio, per esser precisi, recitava: “nunc est bibendum, nunc pede libero pulsanda tellus” associando quindi alla bevuta la gioia di una libera danza, il darsi “alla pazza gioia”, ancora una volta, letteralmente, “ora bisogna bere, ora bisogna far risuonare la terra col piede libero”. Il motivo di tutta questa gioia da esprimere era la morte di Cleopatra, e con lei, almeno nelle false premonizioni di Orazio, del pericolo che rappresentava per Roma.

 

 

L’espressione oraziana risale a sua volta al poeta greco Alceo, che in maniera simile aveva gioito per la morte del tiranno Mirsilo. La lezione che se ne può trarre è piuttosto semplice: quando ti capita qualcosa di bello, dovresti bere. Questo incarna il senso della locuzione latina, ossia un caloroso invito a brindare per un lieto evento.

Il bambino che somiglia all’Omino Michelin

Cosa c’entra la foto di questo bambino con la storia del vero nome dell’Omino Michelin? Assolutamente nulla! Ma è divertente e non ho resistito a metterla qui senza alcun apparente motivo logico. Torniamo seri…

un bambino che somiglia all'omino michelin

Qual è il nome dell’Omino Michelin?

 

Ma che cosa c’entra l’ Omino della Michelin? È molto semplice, la simpatica mascotte si lega a doppio filo al mondo enogastronomico; non fosse altro che per la duplice attività del colosso francese, dal 1989 una delle più grandi aziende produttrici di pneumatici, fa valere la sua influenza anche nella gastronomia grazie alla pubblicazione annuale della celebre “Guida Michelin”. È, per intenderci, uno dei motivi per cui i ristoranti stellati si dicono tali e, conseguentemente, IL MOTIVO per cui se vuoi mangiarci devi prenotare 7 mesi prima.

 

 

Tornando al nostro omino di gomma, questo ha un nome, e al suo nome si lega la citazione di Orazio da cui siamo partiti, come in un giallo il cerchio si chiude. L’omino Michelein è infatti registrato all’anagrafe dei brevetti come il sig. Bibendum. E la domanda sorge spontanea…COSA C’ENTRA IL BERE CON GLI PNEUMATICI!?

 

 

Ebbene, ho scoperto che l’omino, oltre ad essere uno dei più antichi marchi registrati, è opera di un artista, tale  Marius Rossillon, o, come preferiva farsi chiamare, O’Galop.

 

 

All’Esposizione Universale di Lione del 1894, i fratelli fondatori dell’azienda Michelin (André e Édouard) avevano marcato l’entrata del loro stand con due pile di pneumatici. Quel giorno, scherzosamente, Édouard notò come con due braccia una delle pile poteva sembrare un uomo.

 

 

Nel frattempo, O’ Galop aveva disegnato un manifesto pubblicitario per una birreria tedesca, progetto rifiutato, che però era rimasto in quello che oggi si direbbe il suo portfolio. Quando si ritrovò ad offrire i suoi servigi all’azienda Michelin, la fortunata coincidenza si espresse mirabilmente.

 

 

Perché l’Omino Michelin si chiama Bibendum?

 

Nella locandina che O’ Galop aveva ideato per la birreria, insieme al famoso motto oraziano (“nunc est bibendum“), compariva un uomo barbuto intento a bere un grosso boccale di birra. I fratelli Michelin avevano avuto l’illuminazione per la mascotte dell’azienda che, con la citazione Oraziana, si trasformò nel loro primo manifesto. Un grosso uomo fatto di camere d’aria brinda con una coppa ricolma di chiodi, cocci e quant’altro di dannoso ci possa essere per strada, declamando un nuovo significato dei versi oraziani: “Alla vostra salute! Gli pneumatici Michelin si bevono gli ostacoli”.

 

Ecco l’Omino Michelin negli anni ’80…del 1800

Primo manifesto col nome dell'Omino Michelin

 

La fortunata coincidenza alla base della nascita dell’Omino Michelin, alias Bibendum, si riverbera probabilmente nella fortuna dello storico marchio.

 

Se ti sei appassionato alla famosa mascotte, qui puoi comprare lo storico manifesto pubblicitario.

Condividi su